Speciale Uniti Expo 2016 – Italiani in prima linea

uniti

Le opinioni raccolte tra gli espositori italiani presenti in fiera indicano che il salone di Stoccarda potrebbe rappresentare l’inizio del rilancio per l’industria del car wash di casa nostra.

Il mercato tedesco rappresenta da sempre un obiettivo per i produttori italiani in qualsiasi settore essi operino. Anche l’industria nostrana del car wash non sfugge a  questa regola.
D’altra parte i tedeschi si sono sempre dimostrati particolarmente ricettivi nei confronti delle proposte che arrivano dall’Italia. Negli spazi della fiera Uniti Expo 2016, tenutasi dal 14 al 16 giugno a Stoccarda, la pattuglia degli italiani ha quindi dato il meglio di sé nel presentare innovazioni tecniche o prodotti mirati al mercato più grande d’Europa.

Anche Il Lavaggista era presente in fiera. Ecco quindi una panoramica sui prodotti in esposizione e sui progetti dei produttori di casa nostra attivi nel segmento dell’autolavaggio.

unitiIniziamo la carrellata nello stand di Fortech,  dove il direttore commerciale Massimo Banci illustra le caratteristiche del terminale di pagamento di ultima generazione OPT, qui presentato per la prima volta ai clienti esteri.
“Questo terminale di pagamento per impianti a portale e tunnel” spiega Banci “accetta tutti i sistemi di pagamento anche contactless ed è in grado di emettere un voucher nel caso che l’impianto non funzioni, oppure al posto del resto in monete quando queste non siano disponibili. E’ totalmente gestibile da remoto con un app specifica ed è dotato di cassaforte corazzata e sistemi di allarme anti scasso. Con questo prodotto puntiamo ai lavaggisti ma anche alle società petrolifere, dato che si adatta bene anche alle stazioni di servizio”.
E riguardo ai visitatori? “Non c’è certo l’affluenza di Automechanika, ma i visitatori sono assai qualificati e tutti coloro che volevamo contattare sono venuti a trovarci, nonostante la posizione infelice che ci hanno assegnato”.

unitiL’esposizione  di Favagrossa a Uniti Expo si distingue per le novità e i miglioramenti tecnologici apportati alla gamma di prodotti. Ce li illustra Leonardo Favagrossa, responsabile di ricerca e sviluppo dell’azienda cremonese: “Innanzitutto presentiamo l’evoluzione di Face, la spazzola in carlite per lavaggio e polish lanciata lo scorso anno, che ora è dotata di supporti in polietilene espanso per una minore rumorosità e una maggiore durata, oltre che per un’azione più delicata sulla vernice”.
“In secondo luogo” continua Favagrossa “la spazzola a frange Drytex per asciugatura ora presenta nella parte inferiore un disegno a pagina delle frange al fine di evitare la contaminazione con la sporcizia presente dietro le razze dei cerchioni in lega. Una novità per il mercato estero è invece rappresentata dalla spazzola in plastica Filok per portali, prodotta con un  nuovo blend di materiali da noi ideato che copre le applicazioni entry level collocandosi a metà strada tra il filo classico e carlite. E’ particolarmente indicata per il lavaggio di bus e mezzi decorati con adesivi pubblicitari”.

uniti Mafra dal canto suo non ha mancato l’occasione di presentare al mercato tedesco tutti i suoi prodotti di punta per il mondo del lavaggio, in particolare la linea Unika. Come sottolinea Marco Mattioli, general manager dell’azienda milanese: “Si tratta di una collezione di prodotti di alta gamma ad elevato profilo tecnologico e quindi prestazionale, caratterizzata esternamente dal colore viola delle confezioni e dalla profumazione fresca e persistente. E’ il frutto della massima tecnologia e ricerca di Mafra che oltre a offrire un ottimo rapporto prezzo/prestazioni fa risparmiare acqua ed energia nel lavaggio dell’auto e in tutte le operazioni connesse”.
“Una novità che presentiamo per la prima volta in Germania” continua Mattioli “è la gamma Pet Line studiata per gli animali domestici che viaggiano in auto, con prodotti specifici per rimuovere gli odori e per la pulizia di tappetini e trasportini”.

unitiA questa seconda edizione di Uniti Expo, AD Produzione, si è presentata in forze con uno stand che lascia intuire quanto l’azienda milanese stia puntando allo sviluppo del mercato estero. “Qui a Stoccarda” dice un addetto dello stand “abbiamo portato per la prima volta all’estero il nostro aspirapolvere con funzione speciale che segnala l’intasamento del tubo. Inoltre presentiamo anche il distributore Pannomatic con illuminazione nuotturna led che eroga panni imbevuti già pronti per l’uso. Entrambi i prodotti sono dotati di di sportelli separati per la manutenzione e per la cassa, e di un robusto cappello in acciaio inox”.
“La nostra partecipazione a questa fiera” continua “ha anche lo scopo di promuovere l’immagine aziendale, innanzitutto in Germania dove vogliamo espanderci, ma non solo. Da questo punto di vista siamo soddisfatti per l’afflusso dei visitatori anche da Sud America e Russia e per i numerosi contatti internazionali”.

unitiAquarama era l’unico costruttore italiano di impianti di lavaggio presente a Uniti Expo. Il perché di questa scelta “controcorrente” ce lo illustra Samuele Bosio, amministratore delegato dell’azienda di Cuneo, presente allo stand per tutta la durata della fiera: “Il nostro obiettivo è quello di entrare in contatto soprattutto con le società petrolifere che operano sul mercato tedesco. E’ per questo motivo che esponiamo il portale modello Stargate S6 di media gamma, particolarmente adatto alle stazioni di servizio. Agli specialisti lavaggisti esteri proponiamo invece il portale doppio di fascia alta Stargate S111 con una serie di dotazioni che fanno la differenza”.
“Siamo un’azienda giovane presente sul mercato dal 2007” continua Bosio “e in questo periodo abbiamo investito quote cospicue del nostro fatturato sullo sviluppo dei prodotti e dei mercati. Il risultato è un marchio riconosciuto in Italia ma soprattutto all’estero dove si genera il 65% del nostro fatturato”.
“Per quanto riguarda il risultato della nostra presenza a Uniti, siamo estremamente soddisfatti. Proprio qui in fiera abbiamo stabilito contatti con buone prospettive di accordo con un’importante compagnia petrolifera mondiale” conclude Bosio.

Volti soddisfatti anche allo stand di Interpump, Sant’Ilario d’Enza (RE). “Le nostre nuove pompe C2W e C3W  dedicate al Car Wash” spiega Corrado Barozzi, sales manager dell’azienda emiliana, “hanno riscosso grandissimo interesse presso tutti i più importanti costruttori mondiali di impianti. Numerose le trattative, avviate proprio in fiera, incentrate su queste nuove serie interamente progettate e prodotte in Italia con materiali di qualità, come l’acciaio inox e la ceramica,  e con l’introduzione di soluzioni tecniche altamente innovative”.

unitiA Uniti Expo, tra gli accessoristi italiani era presente anche MTM Hydro con in evidenza la gamma dei gonfiagomme e soprattutto dell’aspiratore a colonna AS1, una novità per il mercato tedesco.  “Questo aspiratore” spiega Sandro Bellinzis, export manager dell’azienda cuneese “si contraddistingue per la struttura interna modulare in acciaio inox con pannelli esterni facilmente personalizzabili. Inoltre è stata migliorata l’accessibilità della turbina e della gettoniera, dotate di porte separate. La nuova turbina con aspirazione laterale e scarico sul retro è concepita in maniera tale da durare più a lungo. Infine per aumentare la sicurezza abbiamo eliminato tutte le viti visibili”.
“Noi ci rivolgiamo in particolare ai rivenditori e possiamo ritenerci soddisfatti per la qualificazione e il numero dei visitatori al nostro stand” conclude Bellinzis.

 

scroll to top