RC auto più cara per chi ha causato incidenti

RC auto, il lavaggista, lavaggisti

Nel 2018, per circa 1,6 milioni di automobilisti l’ RC auto sarà più salata. Motivo? Aver provocato sinistri con colpa. In Umbria i più indisciplinati, nel Molise i più virtuosi.

 

Che agli automobilisti di casa nostra spunti qualche herpes al solo sentirne parlare, è cosa più che nota. Stiamo parlando dell’ RC auto, che vede l’Italia in cima alla classifica europea delle tariffe più care. Un quadro che si completa, però, con un dato preoccupante: secondo il Ministero Infrastrutture e Trasporti, a febbraio 2017 il 22,06% di auto circolava senza assicurazione.

 

Chi sbaglia paga

Nonostante a dicembre 2017 il costo medio dei premi RC auto in Italia si sia ridotto del 2,8%, toccando 562,87 euro, saranno circa 1,6 milioni gli automobilisti che, avendo provocato uno o più incidenti con colpa, nel 2018 dovranno sborsare di più per assicurare il proprio veicolo. E’ quanto stima Facile.it, in base all’analisi di oltre 500.000 preventivi di rinnovo della copertura RC richiesti a dicembre 2017 nel suo sito: il 4,22% degli utenti ha ammesso di aver causato un sinistro lo scorso anno.

 

Chi più chi meno

Ma com’è la mappa geografica degli incidenti per colpa? In cima alla classifica si piazzano quelli provocati da autisti che vivono in Umbria, a quota 6,22%, seguiti da quelli di Liguria (5,67%) e Toscana (5,48%). Scorrendo la classifica in senso opposto, è il Molise a registrare il valore più basso (1,53%), seguito da Calabria (1,66%) e Puglia (2,45%).

 

Fonte: Facile.it

Photo credit: rac.com.au

 

 

 

scroll to top