Oil&nonoil 2018: il ritorno di Ceccato

Ceccato, il lavaggista, lavaggisti

Tra i fatti degni di nota della fiera veronese si segnala anche la partecipazione di Ceccato, lo storico marchio veneto del carwash

 

Dopo un periodo in cui i fornitori di impianti di autolavaggio erano stati pressoché assenti a Oil&nonoil, ad eccezione di un paio di nomi di peso, ecco che l’edizione 2018 della fiera registra il ritorno di un marchio famoso come Ceccato.

 

In un’intervista apparsa sul sito ufficiale della manifestazione  Alberto Kullovitz, Direttore Generale della Ceccato, ha annunciato la partecipazione in gran spolvero dell’azienda con la presentazione di un nuovo brevetto.

Questa novità, ha affermato il manager “riguarda il lavaggio furgoni, una nicchia interessante. Il sistema brevettato permette di lavare la parte alta dei furgoni in modo semplice, con  la gestione di spazzole standard. Penso che possiamo non dire di più, perché siamo in fiera anche  per presentarla e spiegarla”.

 

Dal canto suo Elena Amadini, Dirigente Area Stone&Design di Verona Fiere, ha commentato: “La decisione di Ceccato, un marchio storico dell’industria dell’autolavaggio, di aderire a Oil&nonoil rafforza in modo significativo la presenza della filiera del lavaggio e conferma che il pubblico della nostra iniziativa è composto  buoni investitori, siano retisti, gestori proprietari di impianti, lavaggisti professionisti”.

 

 

Fonte: Oil&nonoil-S&TC, Veronafiere

Image credit: Ceccato

 

 

scroll to top