Oil& nonoil 2017: appuntamento con l’innovazione

nonoil il lavaggista lavaggisti

Si svolgerà il prossimo 11 e 12 ottobre l’edizione romana della fiera Oil& nonoil. In programma anche la seconda edizione dell’Oscar dell’autolavaggista.

Ritorna al Palazzo dei Congressi di Roma, l’11 e 12 ottobre prossimo, la 12°edizione di Oil& nonoil-Stoccaggio e trasporto carburanti. Dopo l’edizione 2016, svoltasi a Verona, negli anni dispari la manifestazione torna nella sede dell’Eur al centro dell’oil district italiano, che unisce alla posizione strategica (a breve distanza anche dalla sedi di ministeri, associazioni di settore) la facilità con cui può essere raggiunta dagli operatori italiani ed esteri.

Energie, carburanti e servizi per la mobilità

Oil&nonoil si è ormai affermato come un punto di riferimento consolidato per il mondo della distribuzione carburanti tradizionali, ma da anni abbraccia anche le energie alternative (elettrico, idrogeno, GNL) che stanno guadagnano spazio all’interno delle stazioni di servizio in forza di una mobilità sempre più votata alla sostenibilità ambientale.

Commenta Diego Valsecchi, direttore commerciale di Veronafiere, organizzatore della manifestazione: “Nonostante il perdurare delle generali difficoltà del settore” “la manifestazione ha confermato buoni risultati sia con l’ultima edizione di Roma nel 2015 che con quella di Verona dell’ottobre dello scorso anno”.

…e per l’autolavaggio?

Per ora non sono note le iniziative degli organizzatori dirette al mondo del lavaggio (riteniamo che non mancheranno incontri  e seminari). Si dà per certa l’organizzazione della seconda edizione dell’Oscar dell’autolavaggista.

Resta da chiedersi  se, similmente alle associazioni che rappresentano la filiera distributiva dei carburanti, anche le associazioni dei produttori di impianti car wash e dei lavaggisti sapranno sfruttare l’opportunità offerta dall’appuntamento romano di Oil& nonoil e la vicinanza fisica ai luoghi dove vengono prese le decisioni  politiche per far giungere meglio le loro voci alle istituzioni competenti.

 

scroll to top