Molte novità al centro dell’edizione romana di Oil&nonoil

novità, il lavaggista, oilnoil

Il 23 ottobre si apriranno le porte di Oil&nonoil nella cornice del Palazzo dei Congressi di Roma all’EUR. Tra le novità l’allargamento dell’area espositiva al piazzale esterno del Palazzo. Aperte le registrazioni on line per gli operatori.

 

A un mese e mezzo dall’avvio della manifestazione fervono le attività di preparazione dell’evento da parte degli espositori e dell’organizzazione.

 

Un evento atteso

La campagna di adesioni 2019 ha registrato fin da subito una risposta decisa e dinamica da parte del settore. Già all’inizio dell’estate oltre l’80% dello spazio espositivo era già assegnato a più 70 aziende, con un aumento medio delle superfici (+3% rispetto alla scorsa edizione dell’appuntamento  romano).

Al fianco degli immancabili marchi rappresentativi del segmento Oil e stoccaggio carburanti e alla crescente presenza di società attive nel segmento del gas naturale liquefatto (gnl), si registra anche la buona risposta partecipativa da parte del comparto del lavaggio.

 

Che c’è di nuovo

Una novità caratterizzerà il pomeriggio della giornata inaugurale: associazioni ed aziende leader si interrogheranno sulla stazione di servizio del futuro, provando a definire, interagendo con il pubblico in sala la struttura, i modelli di business e le applicazioni tecnologiche per il piazzale di domani.

Ulteriore elemento di novità per gli operatori sarà la possibilità di visitare l’area espositiva esterna di piazzale Kennedy, vetrina di prodotti e servizi per gli espositori (dalle cisterne al lavaggio).

Infine, sono state aperte le iscrizioni online alla fiera. A questo proposito, si rimanda al sito istituzionale di Oil&nonoil)

 

 

Fonte: VeronaFiere

Photo credit: VeronaFiere

 

scroll to top