Bollette elettriche: il Ministro striglia l’Autorità per l’energia

Ministro

Il caso degli aumenti ingiustificati in bolletta dell’elettricità dello scorso luglio agita le acque tra i rappresentanti delle istituzioni

Nel corso di un’audizione dinanzi alle Commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera mercoledì 1 marzo, il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, si è espresso, in estrema sintesi, in maniera critica sulle lungaggini dell’iter per l’accertamento delle responsabilità relative alle bollette elettriche “gonfiate” del trimestre luglio-settembre dello scorso anno.

Secca la replica dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (Aeegsi) che si è sentita chiamata in causa ed ha puntato l’indice contro le dichiarazioni del Ministro che “se pur mosse da un comune intento di tutela dei consumatori, esse appaiono potenzialmente fuorvianti oltre che lesive del corretto svolgimento dei procedimenti giustiziali e regolatori in corso”. Sottolineando inoltre che l’indipendenza dell’Autorità è “sancita dalla normativa nazionale ed europea” la quale  non prevede “alcuna istruzione o mandato dall’organo politico”.

Non si è fatta attendere la controreplica del Ministero, che dopo avere precisato “che non esiste alcuna intenzione di ledere l’indipendenza dell’Autorità” conferma “solo il sommesso auspicio, si suppone condiviso dai consumatori, che si giunga al più presto alla conclusione dei procedimenti iniziati a giugno dello scorso anno e si faccia luce su eventuali comportamenti scorretti, che potrebbero aver causato svariate centinaia di milioni di euro di aumenti nelle bollette degli italiani. A ciò si accompagna il rispettoso suggerimento di utilizzare eventuali risorse derivanti dalle sanzioni per rimborsare i clienti che hanno subito il danno. Rispetto dunque per l’autonomia dell’Autorità, con preghiera però di fare presto chiarezza su quanto avvenuto”.

Insomma, datevi tutti una mossa. E su questo non possiamo fare altro che concordare…

Fonte: Mise, Aeegsi
Photo credit: Mise

scroll to top