Furti seriali in autolavaggio a Ferrara

autolavaggio, il lavaggista, lavaggisti

Ancora incursioni notturne con poco guadagno per i ladri e molti danni per i gestori dell’ autolavaggio. Appello della politica al questore e al prefetto

 

Amara sorpresa per i titolari di un autolavaggio di Ferrara quando hanno riaperto la loro attività, la mattina di martedì 29 novembre.

Si sono subito accorti che era stata forzata la colonnina del cambiamonete, da cui erano stati sottratti solamente 50 euro in monetine ma con un grave danno per la struttura.

Soltanto poche settimane prima lo stesso autolavaggio era stato messo in ginocchio dai ladri che, durante la loro razzia, avevano seriamente danneggiato tutte le attrezzature, costringendo l’attività a proseguire a ritmo ridotto in attesa del ripristino dei macchinari.

 

“Lavoriamo con concessionarie della zona- hanno dichiarato i due imprenditori- e questi danni ci hanno messo a terra. Ora con il secondo furto siamo sempre più demotivati”.

Su questi ultimi episodi si è espresso anche il segretario comunale della Lega Nord, Nicola Lodi, secondo il quale la zona di via Modena sarebbe oggetto di troppi furti negli ultimi mesi: “Sarebbe importante estendere ed aumentare il passaggio delle pattuglie dell’esercito. La criminalità non deve mettere in ginocchio le attività: questore e prefetto prendano atto e diano disposizioni di passaggi a cadenza oraria in quella zona”.

 

Fonte: estense.com, lanuovaferrara.gelocal.it

Photo credit

 

 

 

scroll to top