Furti e danni in autolavaggio, titolari esasperati

danni, il lavaggista, lavaggisti

Cambiano le zone d’Italia, ma il “copione” rimane sempre lo stesso: magro bottino e gravi danni  alle strutture. Gli ultimi casi in Lombardia e Marche.

 

Sono solo gli ultimi di una lunga serie di furti con notevoli danni alle attrezzature. La videosorveglianza guarda e registra, ma come deterrente sembra non bastare più.

 

Ladri forzano cambiamonete a Merate

Nella notte tra domenica 27 e lunedì 28 agosto, due malviventi hanno utilizzato un flessibile elettrico per tagliare lo spesso lucchetto in acciaio temprato che sigillava lo sportello del cambiamonete in un autolavaggio di Merate (LC).

Come testimoniano le telecamere di sicurezza, al passaggio delle poche automobili che transitavano intorno alle 2 della mattina, i ladri con il volto coperto da un passamontagna, correvano a nascondersi dietro le grosse spazzole dell’autolavaggio, dove alla fine, nel giro di un’ora, hanno messo a segno un colpo da 60 euro.

“Dei 60 euro non mi importa nulla – spiega il titolare del car wash, che ha subito il secondo furto in due anni –  soltanto che ora per aggiustare il cambiamonete ci vogliono almeno mille euro”.

 

… e la settimana dopo anche a Varedo,

Stessa tecnica a una trentina di chilometri di distanza in un autolavaggio di Varedo (MB) dove, nella notte tra il 4 e il 5 di settembre, due malviventi a volto coperto hanno usato un flessibile per tagliare le blindature delle due macchinette cambiamonete, sotto gli occhi elettronici dell’impianto di video sorveglianza.

L’operazione si è svolta indisturbata nel giro di pochi minuti ed ha fruttato un bottino complessivo di circa 500 euro a cui si deve aggiungere, come sempre, il danno ai due impianti.

I gestori dell’autolavaggio, posto all’imbocco della Monza-Saronno, hanno denunciato il furto ai Carabinieri che ora stanno analizzando le immagini delle telecamere di sorveglianza per le indagini in corso.

 

“Io, derubato due volte in quattro giorni”

Nel mare magnum dei video che si possono visionare su Facebook, c’è anche quello postato dal titolare di un autolavaggio di Tavullia (PU) che, ai primi di settembre, è stato derubato per ben due volte in quattro giorni.

Nel breve filmato, il titolare dell’impresa sfoga e condivide tutta la sua rabbia mostrando la macchinetta cambiamonete su cui i ladri si sono accaniti. E per un magro bottino, che non è andato oltre i 25-30 euro.

 

Fonte: ilcittadinomb.it, merateonline.it, corriereadriatico.it

Photo credit merateonline.it

 

 

scroll to top