Funzioni regolatorie in tema di rifiuti all’ autorità per l’energia?

autorità, il lavaggista, lavaggisti

Questo sembra essere l’orientamento del governo Gentiloni. Pronto anche un nuovo nome: si chiamerebbe Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera).

 

Secondo una nota diffusa da Public Policy, come si evince da una delle ultime bozze della manovra finanziaria,  il governo sta lavorando per attribuire funzioni regolatorie in tema di rifiuti all’Autorità per l’energia elettrica il gas ed il sistema idrico (Aeegsi).

E’ bene precisare che per il momento si tratta di un’ipotesi di lavoro. Questi profondi cambiamenti nella mission porterebbe anche a un cambiamento di nome in Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera).

 

Nella sua nuova forma, l’ autorità avrebbe tra i suoi compiti principali l’emanazione di direttive per la separazione contabile e amministrativa della gestione, la definizione di schemi tipo dei contratti di servizio, la predisposizione ed aggiornamento del metodo tariffario per la determinazione dei corrispettivi del servizio integrato dei rifiuti e dei singoli servizi che costituiscono attività di gestione sulla base della valutazione dei costi efficienti e del principio “chi inquina paga”.

 

L’ipotesi di lavoro prevede un incremento di 25 unità di personale rispetto all’assetto attuale dell’Aeegsi e un finanziamento attraverso un contributo di importo non superiore all’uno per mille dei ricavi dell’ultimo esercizio versato dai soggetti esercenti il servizio di gestione dei rifiuti.

 

Fonte: Public Policy

Photo credit reminetwork.com

 

 

scroll to top