Federlavaggi: impegni e risposte in un settore che cambia

Federlavaggi il lavaggista lavaggisti

Concorrenza sleale e abusivismo, i rapporti con le altre associazioni del settore car wash, il confronto internazionale e un’agenda ricca di impegni, a partire dal dialogo con il governo sulla legge vending machine.

 

Dopo il cambio ai vertici della Federazione tra le imprese del lavaggio per autotrazione (Federlavaggi) avvenuto un anno e mezzo fa circa, l’associazione dopo un periodo di rodaggio inizia a “macinare” azioni concrete.

Gian Luca Meschi, Presidente, illustra in questa intervista esclusiva concessa a Il Lavaggista le sfide e le opportunità per il  settore con un occhio attento anche al confronto a livello internazionale.

 

Negli ultimi anni in alcune zone d’Italia si è registrata un’ondata di nuove aperture di attività di autolavaggio a mano gestite in maniera sin troppo “disinvolta” soprattutto da stranieri. Qual è il vostro punto di vista al riguardo?
La prima cosa da chiarire e che noi vogliamo che il mercato sia libero, il nostro settore comprende i lavaggi automatici e i lavaggi a mano, il punto è che oggi troppo spesso vengono aperte attività di lavaggio a mano che non sono in regola senza i requisiti adatti, senza sistemi di depurazione.

Spesso vengono aperti in locali o garage non idonei a questo tipo di attività e senza essere allacciati ad un sistema fognario ideo per acque industriali. Il rischio di inquinamento del sottosuolo è altissimo.
Le regole ci sono e devono essere applicate a tutti.

 

Per essere incisivi su questa e altre problematiche occorre però collaborare con le associazioni dei lavaggisti per parlare con un’unica voce ai tavoli politici dove vengono prese le decisioni. Che progressi registrate a questo riguardo?
Con le altre associazioni di categoria condividiamo al 100% l’obiettivo di sconfiggere il problema di queste aperture indiscriminate di autolavaggi a mano. Abbiamo iniziato a discutere sul come muoverci insieme. A breve comunicheremo la strategia condivisa.

Federlavaggi il lavaggista lavaggisti

Gian Luca Meschi, Presidente di Federlavaggi

 

Nel 2015 ad Amsterdam in occasione del Car Wash Show Europe si erano riuniti i presidenti di sette associazioni nazionali di tutto il mondo per avviare un reciproco scambio di dati e informazioni utili per lo sviluppo del settore a livello internazionale. Avete intenzione di ripetere la riunione anche quest’anno? Se sì, quali saranno i temi di discussione più attuali sul tavolo?
L’incontro verrà ripetuto quest’anno ad Amsterdam. Il confronto è fondamentale, poter condividere le proprie esperienze con rappresentanti di altri paesi ci aiuta a capire il mercato in cui operiamo.

Io porterò sul tavolo il problema dell’invio telematico dei corrispettivi. Voglio capire come operano negli altri paesi e vedere se c’è qualche spunto per poter migliorare la norma italiana.

 

Quali sono gli appuntamenti più importanti nell’agenda di Federlavaggi nel secondo semestre dell’anno?
Abbiamo 3 chiari obiettivi:
Il primo è quello portare a termine la questione dell’invio telematico dei corrispettivi, tanto è già stato fatto ma è solo l’inizio, ora bisogna lavorare affinché tra 5 anni il passaggio definitivo sia semplice e fattibile per tutti gli operatori del settore.
Il secondo è quello di cui abbiamo parlato precedentemente, combattere la concorrenza sleale e l’abusivismo. Abbiamo già iniziato in modo concreto ad interessare la politica al nostro problema.

E’ stata presentata al Presidente del Consiglio della Regione Lazio, Regione dove il problema è molto sentito, un’interrogazione che ha come oggetto l’apertura indiscriminata di lavaggi per automobili all’interno di locali a uso negozio.
Ringrazio per questo il consigliere Regionale Adriano Palozzi.
Il terzo è quello di modificare lo statuto di Federlavaggi per rendere la nostra Federazione una casa ancora più aperta a tutti gli operatori del settore. Vogliamo una Federlavaggi che rappresenti tutti coloro che voglio far crescere il nostro meraviglioso settore.

 

Image credit apertura: Federlavaggi

 

 

scroll to top