Il crollo dei costi spinge in alto le energie rinnovabili

rinnovabili il lavaggista lavaggisti

Il calo dei costi degli impianti eolici e solari ha portato con sé una nuova ondata di progetti di sfruttamento di queste due fonti rinnovabili. Nel 2016 si sono aggiunti 161 GW di nuova capacità.

La capacità di produzione di energie rinnovabili nel mondo ha raggiunto nuovi livelli record nel corso del 2016 grazie anche alla costante riduzione dei costi tecnologici e quindi degli investimenti richiesti dalla costruzione di nuovi impianti.
I costi delle centrali eoliche e solari ormai viaggiano ben al disotto di quelli associati alla realizzazione delle centrali a combustibile fossile (nucleare compreso), e  hanno permesso alle energie rinnovabili di imporsi come l’alternativa più economica nelle gare di aggiudicazione di grandi progetti, specie in Danimarca, Egitto, India, Messico e perfino negli Emirati Arabi Uniti.

La nuova capacità installata nel corso del 2016 ha raggiunto i 161 gigawatt (GW), il 10% in più rispetto al 2015, toccando così un nuovo record, secondo i dati diffusi da REN21, – l’organizzazione delle Nazioni Unite che riunisce governi, organizzazioni internazionali, ONG e associazioni di settore.
Dai dati risulta che questi 161 GW aggiuntivi sono costati in totale 242 miliardi di dollari, il che significa una diminuzione del 23% del costo d’investimento per GW rispetto al 2015.

Anche nel 2016 la nuova capacità installata di energie rinnovabili ha superato di gran lunga quella di tutte le energie da fonti fossili messe insieme, nonostante che le sovvenzioni alle energie rinnovabili siano parecchio inferiori a quelle riservati ai combustibili fossili tradizionali come carbone, petrolio e gas.

Il grafico seguente illustra la nuova capacità installata nel 2016 e la capacità totale complessiva delle varie fonti rinnovabili (dall’alto al basso: solare, eolico, idroelettrico, biomassa). Si noti la riduzione degli investimenti rispetto al 2015.

rinnovabili il lavaggista lavaggisti

 

Fonte: The Guardian
Photo credit 

scroll to top