Consumi di carburanti: si consolida il calo tendenziale di benzina e gasolio

carburanti, il lavaggista, lavaggisti

A luglio, sensibile decremento delle vendite dei due principali carburanti per autotrazione. Riguardo alle nuove immatricolazioni, calano le auto a gasolio e metano mentre crescono quelle a benzina, Gpl e ibride.

 

Secondo i dati provvisori diffusi da Unione Petrolifera, la domanda totale di benzina e gasolio per autotrazione nello scorso mese di luglio è risultata pari a circa 2,7 milioni di tonnellate, di cui 0,7 milioni di benzina e 2 milioni di gasolio, con un decremento del 2,2% (-61.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2016.

 

Benzina e gasolio si confermano in calo

In dettaglio, la domanda di benzina è diminuita del 5,6% (-39.000 tonnellate) a confronto di luglio 2016, mentre il gasolio autotrazione dell’1,1% (-22.000 tonnellate). Le vendite sulla rete dei due carburanti hanno segnato, rispettivamente, un decremento del 5,0% e dell’1,7%.

 

Nei primi sette mesi del 2017 la somma dei due carburanti, pari a poco meno di 18 milioni di tonnellate, ha evidenziato un calo dello 0,7% (-132.000 tonnellate) rispetto al medesimo periodo del 2016. La benzina nel periodo considerato, ha mostrato una flessione del 3,5% (-152.000 tonnellate) mentre il gasolio un aumento dello 0,1% (+20.000 tonnellate).

 

Scendono le auto diesel e metano, salgono le Gpl e ibride

Nel mese di luglio le immatricolazioni di autovetture nuove sono aumentate del 6,0%, con quelle diesel che hanno rappresentato il 55,8% del totale (era il 58,8% a luglio 2016), mentre quelle di benzina risalgono al 31,3%.

Quanto alle altre alimentazioni, nel mese considerato è continuata la crescita delle ibride arrivate al 3,6% e del Gpl al 7,8%; stabile la percentuale delle elettriche allo 0,1%, mentre è continuato il calo del metano all’1,4%.

 

Per quanto riguarda invece i primi sette mesi del 2017, le nuove immatricolazioni di autovetture sono risultate in crescita dell’8,6% con quelle diesel a coprire il 56,4% del totale (era il 56,5% nello stesso periodo del 2016) e quelle a benzina il 32,5%.

Le auto ibride hanno coperto il 3,0% delle nuove immatricolazioni, le elettriche si sono confermate allo 0,1%, quelle alimentate a Gpl e a metano rispettivamente al 6,5% e all’1,4%.

 

Fonte: Unione Petrolifera

Photo credit: dreamlandia.com

 

 

scroll to top