Carburanti e immatricolazioni: alimentate a benzina solo tre auto nuove su dieci

a benzina, lavaggista

Le numerose festività di aprile hanno lasciato un segno sui dati dei consumi di carburante per autotrazione. Continua il trend negativo delle immatricolazioni delle vetture a benzina a favore di quelle diesel.

Gli ultimi dati diffusi ieri dall’Unione Petrolifera indicano che nello scorso mese di aprile, la domanda totale di benzina e gasolio per autotrazione, con due giorni lavorativi in meno rispetto ad aprile 2016, ha registrato per la benzina un decremento del 7,7% (-49.000 tonnellate), mentre il gasolio è sceso dell’8% (-154.000 tonnellate).
Le vendite dei carburanti sulla rete hanno segnato, rispettivamente, un decremento più moderato, pari al 7,3% per la benzina e, soprattutto, del 4,9% per il gasolio .

Le festività del mese hanno inciso anche sulle immatricolazioni di autovetture nuove, con una diminuzione complessiva del 4,6%. Le immatricolazioni dei modelli diesel che hanno rappresentato il 58,2% del totale (era il 54,3% nell’aprile 2016), mentre quelle di benzina il 31,6%.
Quanto alle altre alimentazioni, nel mese considerato, sale il peso delle ibride al 2,9% e del Gpl al 6%; stabile quello delle elettriche allo 0,1%, mentre continua il calo del metano all’1,2%.

Nel primo quadrimestre 2017 i consumi dei carburanti per autotrazione (benzina e gasolio) complessivamente pari a circa 10 milioni di tonnellate, hanno evidenziano un calo del 2,6% (-260.000 tonnellate).
Nello stesso periodo le nuove immatricolazioni di autovetture sono risultate in crescita dell’8% con quelle diesel a coprire il 56,2% del totale (era il 55,7% nel quadrimestre del 2016) e quelle a benzina il 33,2%.
Le auto ibride hanno coperto il 2,8% delle nuove immatricolazioni, le elettriche si confermano allo 0,1%, quelle alimentate a Gpl e a metano rispettivamente al 6,2% e all’1,5%.

Fonte: Unione Petrolifera
Photo credit

scroll to top