Bollette: cambiare idea è più facile

bolletta il lavaggista lavaggisti

L’ Autorità per l’energia detta le regole per il ripristino veloce dei contratti di fornitura non confermati

Se il passaggio ad un nuovo fornitore di energia elettrica e/o gas avviene senza rispettare le regole preventive per la conferma del contratto, dopo il reclamo il cliente potrà aderire in modo volontario alla procedura di ripristino veloce per tornare al vecchio fornitore. Al cliente finale viene quindi riconosciuta la possibilità di ritornare in tempi rapidi al contratto precedente.

Lo rende noto l’ Autorità per l’energia (Aeegsi)  introducendo così nella regolazione – con delibera 228/2017/R/com in vigore dal prossimo 1° maggio – una migliore definizione delle regole dell’Autorità a tutela dei consumatori in caso di nuove attivazioni contrattuali non aderenti alla regolazione.
Questa possibilità affianca le procedure previste dal Codice del consumo per l’accertamento di una fornitura non richiesta, accertamento che, secondo la legge, non spetta all’ Autorità energia.

In particolare, per i clienti non domestici, in caso di accoglimento del reclamo per una fornitura non richiesta da parte dei venditori aderenti alla stessa procedura, si continuerà invece ad applicare in automatico il ripristino. Le novità integrano le regole preventive già previste per i venditori per garantire la piena consapevolezza, nelle modalità di acquisizione e conferma, della volontà negoziale dei clienti nel sottoscrivere un contratto fuori dai locali commerciali o per telefono.

Clicca qui per consultare la delibera 228/2017/R/com 1 dell’ Autorità per l’energia.

Fonte: Aeegsi
Photo credit: Ri-Volt

scroll to top