Autolavaggi nel mirino: furti in Toscana, Emilia e Friuli

furti, il lavaggista, lavaggisti

Scarso o niente bottino, tanti danni. Questo lo scontato risultato di furti e razzie che prendono regolarmente di mira gli impianti di autolavaggio. Ma ci tentano lo stesso…

 

Ponsacco, ladri in azione per pochi spiccioli

Nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 ottobre, in un’area di Ponsacco (Pisa), ladri “da quattro soldi” hanno approfittato del ridotto passaggio di automobilisti e della scarsità di illuminazione della zona per forzare la cassa dell’autolavaggio annesso all’area di servizio e sottrarne i pochi spiccioli contenuti. Il furto è stato subito denunciato ai carabinieri che sono intervenuti per un sopralluogo e hanno disposto le prime indagini.
Fortunatamente, in questo caso, i danni sono stati abbastanza limitati ma i lavaggisti della zona si sentono presi di mira. Ed è sicuramente fastidioso dover far fronte anche a queste problematiche oltre a quelle di routine, legate al lavoro di tutti i giorni.

 

Titolare denuncia: sette furti in quattro anni

Nella notte tra sabato 21 e domenica 22 ottobre, un autolavaggio situato a Roveleto di Cadeo (Piacenza) ha subito l’ennesimo furto, il settimo nel giro di quattro anni. Le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso due individui che, a volto coperto, si sono avvicinati all’impianto passando dal  retro, per poi scassinare la macchinetta che aziona l’autolavaggio.

Il titolare, esasperato, ha postato su Facebook  le immagini che mostrano il danneggiamento arrecato alla centralina che aziona l’autolavaggio: per poco più di 500 euro di refurtiva sono stati causati danni per circa 2.000 euro. Non pochi, soprattutto se si sommano a quelli spesi negli anni precedenti per ripristinare l’impianto, sempre per lo stesso motivo.

Il furto è stato denunciato ai Carabinieri di Fiorenzuola che stanno esaminando le immagini fornite dalla rete di videosorveglianza, per risalire all’identità dei due malviventi e poterli così arrestare.

 

Il bottino è troppo magro, i ladri se ne vanno

Anche i ladri hanno la loro “dignità”…se così si può dire. A Ronchi dei Legionari (Gorizia), un paio di settimane fa, i soliti ignoti, hanno scassinato di notte la macchinetta cambiamonete di un autolavaggio della zona ma, dopo aver aperto la gettoniera utilizzando una sorta di piede di porco, si sono resi conto che essa conteneva soltanto pochi spiccioli e quindi hanno deciso di abbandonare l’area.

Al titolare dell’autolavaggio, il mattino successivo, non è rimasto altro da fare che constatare i danni e avvisare i Carabinieri della locale stazione che hanno avviato le indagini del caso.

 

Fonti: ilpiacenza.it, iltirreno.gelocal.it, ilpiccolo.gelocal.it, ilfriuli.it

Image credit: Banksi

 

 

 

 

scroll to top