Autolavaggi: ladri attivi, e le guardie anche

autolavaggi, il lavaggista, lavaggisti

In tutta Italia, i malviventi a caccia di “occasioni” negli autolavaggi sono stati particolarmente attivi nel periodo tra dicembre e gennaio. Grazie alle forze dell’ordine però più di uno non l’ha passata liscia…

 

Distributore di prodotti distrutto e incasso sparito

Brutta sorpresa la mattina di ieri 15 gennaio per gli operatori dell’autolavaggio Albo in via Dei Fabbri (zona aeroporto) che all’apertura dell’attività hanno trovato il distributore dei prodotti scardinato e con la vetrata in pezzi. Dalla colonnina, oltre ai prodotti utilizzati per il lavaggio dei veicoli, è sparito anche l’incasso.

I gestori hanno informato i Carabinieri e hanno provveduto a sporgere denuncia. Un aiuto per individuare i ladri che, a quanto pare hanno operato indisturbati durante la notte, potrebbe venire dalle telecamere di sorveglianza. L’intera area, infatti, è dotata di sistema di video controllo.

Non è la prima volta che gli autolavaggi Albo sono presi di mira dai ladri. Un fatto analogo a quello di oggi si era verificato nell’impianto della zona industriale circa due anni fa.

 

Un “lavoretto” pulito, ma il ladro viene scovato

Finisce denunciato a piede libero per furto aggravato il 44enne italiano residente a Parma,

che ha svaligiato la macchinetta cambiamonete di un autolavaggio contenente 700 euro in contanti.

A individuarlo sono stati i Carabinieri di Cesenatico.

L’uomo, che ha numerosi precedenti per reati vari, aveva utilizzato un mezzo fraudolento, verosimilmente elettronico (“skimming”), idoneo a modificare il funzionamento di due cambiamonete, senza lasciare segni evidenti di effrazione su questi ultimi, e aveva intascato i soldi.

 

autolavaggi, il lavaggista, lavaggisti

Il ladro immortalato dalla telecamera di sorveglianza

Il ladro con la maschera da topo

Il premio speciale alla fantasia va senz’altro a un 37enne di Cetraro (Cosenza), che la sera del 18 dicembre scorso aveva scelto di mascherarsi da topo per svaligiare un autolavaggio a Paola.

Un espediente che è servito a poco, dato che venne subito scoperto da uno dei proprietari.  Il bandito era però riuscito a fuggire brandendo un piede di porco e minacciando di morte il lavaggista.

Qualche giorno fa i carabinieri di Paola assieme agli uomini del commissariato di polizia sono riusciti a risalire all’identità del ladro che è stato sottoposto a fermo con l’accusa di essere l’autore della rapina fallita.

Il provvedimento di fermo è stato emesso dal pubblico ministero della Procura di Paola.

 

Fonte: olbianova.it, cesenanotizie.net, strettoweb.com, secondopianonews.it

 

 

 

 

scroll to top