Auto a idrogeno: il governo britannico ci crede

governo

Il governo del Regno Unito ha annunciato un nuovo piano da 23 milioni di sterline per sviluppare ulteriormente le infrastrutture di distribuzione dell’idrogeno.

E’ senz’altro un periodo intenso per il governo presieduto da Theresa May, che oltre agli “straordinari” imposti dalla Brexit non deve perdere di vista l’attività ordinaria e i nuovi progetti.
Tra questi ultimi rientrano anche gli investimenti per lo sviluppo di un’infrastruttura al servizio delle auto a idrogeno. La somma messa a disposizione, pari a poco meno di 27 milioni di euro al cambio attuale, sarà assegnata con una gara d’appalto da tenersi la prossima estate, riservata ai retisti interessati alla distribuzione dell’idrogeno, i quali potranno concorrere anche in associazione con i costruttori delle auto.

Inoltre il governo britannico ha varato un piano da  oltre 600 milioni di sterline per promuovere i veicoli a besse emissioni e stanziato 390 milioni di sterline a favore dei veicoli a bassissime emissioni e delle vetture a guida autonoma, con l’obiettivo di contenere le emissioni di carbonio, migliorare la qualità dell’aria e creare nuove opportunità economiche per gli operatori del paese.

“Siamo consci del fatto che la carenza di adeguate infrastrutture di rifornimento può rappresentare un serio ostacolo alla diffusione dei veicoli a idrogeno. Questi provvedimenti mirano a infondere fiducia negli operatori affinché continuino a investire in questa nuova tecnologia emergente, aiutandoci a conseguire l’obiettivo delle zero emissioni entro il 2040 su tutti i nuovi modelli di autoveicoli” ha commentato il Ministro dei trasporti, John Hayes.

Fonte: UK Transport Ministry, PetrolPlaza
Photo credit

scroll to top